Home » Rassegna Stampa » La battaglia per il Quirinale: i miei post sul Fatto Quotidiano Blog

In questa fase si sono fatti due nomi per il Quirinale, per meglio dire ci sono due autocandidature: Silvio Berlusconi e Mario Draghi.

Nel fatto stesso che ci sono due persone, entrambe con significative changes di farcela, che si autocandidano la dice lunga sullo stato della politica in Italia e sulla mancanza di autorevoli leadership politiche.

La testimonianza del caos e della confusione nella azione di governo, a prescindere da quello che racconta la stampa, è nel decreto contro le frodi. Retroattività e norme asseverazioni ex post senza un minimo di pudore. Per non parlare del recente rifiuto della Commissione Finanza della Camera di esprimere un parere sulla legge finanziaria.

Ecco il riepilogo dei miei post.

21 11 2021 – Il decreto antifrode rallenta l’edilizia: i soliti vizietti da Paese del terzo mondo: Scrivo per un amico. Ha appena ultimato i lavori di ristrutturazione e ha appena pagato il 9 novembre l’ultima fattura. Cila, fatture e pagamenti secondo le norme vigenti per il recupero fiscale del 50%. Ha speso poco più del tetto di 96mila euro, ma è soddisfatto del risultato. Si accinge a fare la pratica della cessione del credito alle Poste per recuperare quasi 45mila euro dei cento spesi ma decide di farla con calma il 13, sabato. Ma sabato… sorpresa!

23 11 2021 – Berlusconi al Quirinale: credete sia impossibile? Non lo conoscete: Mettetevi comodi, non vi arrabbiate e non sparate sul pianista e sull’umile estensore di questo post. L’ho scritto un po’ per gioco e un po’ per abituarmi all’idea del Berlusca al Quirinale. Credete sia impossibile? Non conoscete l’uomo.

3 12 2021 – Quanto vale elettoralmente il M5S senza Conte? Credo poco più di un prefisso telefonico : Ho una curiosità, che forse dovrebbero avere in molti: quanto vale elettoralmente il M5S senza Giuseppe Conte? Dovrebbero chiederselo specialmente Beppe Grillo, Luigi Di Maio, Vincenzo Spadafora e quanti, stando a notizie stampa, lavorano per indebolirne la leadership.

6 12 2021 – Con Berlusconi al Quirinale il Paese diverrebbe lo zimbello del mondo. E con Draghi? : Tajani: “Con Draghi al Colle si va a elezioni”. Letta: “Con Berlusconi al Colle subito elezioni”. Cioè il nuovo presidente della Repubblica sarà eletto in base allo stesso squallido e umiliante, per la democrazia e il Paese, ricatto che ha portato Draghi a palazzo Chigi. Ricatto che nasce dalla pervicace volontà del Sistema di annullare il risultato elettorale del 2018.

16 12 2021 – Dal patriottismo all’identità: in Europa alcune nazioni sono più uguali di altre : “Grande è la confusione sotto il cielo, quindi la situazione è eccellente!” Onore al merito per Donna Giorgia: scacco matto al sinedrio di Draghilandia avvolto nella nebbia. Taglia le unghie a chi la definiva “fascistella” con una comparsata ad Atreju. “Un partigiano come presidente” cantava Toto Cutugno riferendosi a Sandro Pertini e lei lo evoca chiedendo un “patriota come presidente”. Manicure fatta anche a Mario Draghi.

23 12 2021 – Draghi ha deciso che sarà il nuovo Presidente della Repubblica: giochi chiusi : Letta, Conte, Meloni, Renzi, Salvini e Berlusconi, per non parlare del corpo elettorale italiano, rassegnatevi! È già deciso chi sarà il prossimo Presidente della Repubblica: Mario Draghi. E chi lo ha deciso? Mario Draghi. Giochi chiusi.

Condividi ora sui social!

Scopri di più sul mio ultimo libro: La congiura delle passioni!

Lascia un commento

Condividi ora sui social!