Home » Ricette » Sgombro in agrodolce

La cucina è uno dei miei hobbies, e quando mi piace qualcosa che preparo mi fa piacere condividerla. Eccomi ancora con una veloce ricetta di pesce che, a mio modo di vedere, valorizza quello che è ritenuto un pesce povero. Il modo migliore per cucinarlo è alla brace, ma quella che vi propongo è una valida alternativa.

Sgombro in agrodolce

Si tratta di una ricetta semplice, veloce ma molto gustosa. Al posto dello sgombro va bene anche il tonno o la palamita.

Ingredienti per 4 persone

800 gr di sgombro

4 – 5 scalogni ( o cipolla dolce di Tropea)

Mezzo bicchiere di acqua e aceto in proporzioni uguali

Mezzo bicchiere di vino bianco

15 grammi di pinoli

35  grammi di uvetta

1 cucchiaino di miele

Sale e olio: q.b.

Procedimento

Mettere a bagno per ½ ora l’uvetta e i pinoli in mezzo bicchiere di acqua e aceto dove avrete sciolto un cucchiaino di miele.

Pulire e tagliare a fettine sottili lo scalogno e metterle in padella con olio caldo ad appassire.

Aggiungere a fuoco vivace i filetti di sgombro, meglio se con la pelle, e dopo averli girati, un paio di minuti per lato, aggiungete vino e il mezzo bicchiere con acqua e aceto completo di tutti gli ingredienti. Evaporato l’aceto e il vino abbassate la fiamma e fate  andare a fuoco moderato per altri 5 minuti.

La cottura è ultimata quando il pesce ha cambiato colore in modo uniforme. La cottura eccessiva rende il pesce stopposo.

Impiattate, decorando il piatto con una riduzione di aceto balsamico e buon appetito.

Condividi ora sui social!

Scopri di più sul mio ultimo libro: La congiura delle passioni!

Lascia un commento

Condividi ora sui social!